Interaccademico AICNA-IAR 2022

,

14-17 Settembre 2022

Grand Hotel “Villa Itria”
Via Antonio Aniante 3,
Viagrande (Catania)


Rinologia 2.0: un approccio multidisciplinare.
Congresso interaccademico AICNA IAR

 

RAZIONALE:

Gli aggiornamenti nella classificazione delle rinosinuiti croniche proposti dall’European Position Paper (EPOS) nel 2020 hanno radicalmente cambiato il lavoro quotidiano in ambito ORL. Il passaggio da criteri puramente visivi come l’endoscopia e la TC alla necessità di definire i criteri di immunoflogosi che differenziano le diverse forme di rinosinusite guida verso ad un concetto moderno di medicina, ossia la medicina di precisione. L’epocale opportunità offerta al mondo rinologico di poter accedere a terapia innovative come gli anticorpi monoclonali per il trattamento delle rinosinusiti croniche primarie, diffuse, dominate dall’immunolflogosi tipo 2 ha ulteriormente determinato la necessità di utilizzare percorsi diagnostici che possano quantificare la severità di malattia. Questo tipo di infiammazione cronica non coinvolge solo il distretto naso sinusale ma è l’attore principale di affezioni croniche come l’asma severa, la dermatite atopica e l’esofagite eosinofila determinando spesso quadri complessi per la contemporanea presenza di sintomi in più distretti. Per questi motivi risulta indispensabile l’utilizzo quotidiano di strumenti di valutazione di severità di malattia. Alcuni di questi erano già in uso quotidiano come l’endoscopia e la radiologia; attualmente, oltre alla descrizione morfologica, risulta indispensabile l’applicazione di score specifici come il nasal polyp score e il Lund Mackay score. Altri venivano utilizzati solo nei centri di riferimento sia per la raccolta dati nell’ambito di studi clinici come lo SNOT 22 o come esami clinici ultrapecialistici come la citologia e l’olfattometria, mentre nella rinologia attuale devono entrare nel bagaglio routinario di tutti gli ambulatori. Sono stati inoltre recentemente introdotti esami ematici come la conta eosinofila periferica e il dosaggio delle IgE totali allo scopo di individuare biomarker che possano guidare le scelte terapeutiche. Nel percorso diagnostico terapeutico verso una medicina di precisione una priorità imprescindibile è rappresentata dalla valutazione multidisciplinare dei pazienti con rinosinusite. I cambiamenti elencati hanno condizionato il nome dato al congresso ed il termine rinologia 2.0 un approccio multidisciplinare costituisce il sommario delle esigenze attuali in Rinologia. A tale scopo sono stati coinvolti nelle sessioni colleghi immunologi, pneumologi, pediatri, allergologi, endocrinologi, con lo spirito di condividere le esperienze ed implementare le Nostre conoscenze. Un titolo così moderno evidenzia inoltre una delle mission delle accademie, ossia il coinvolgimento dei soci più giovani e per questo motivo sono state create sessione a loro dedicate e sono stati inseriti giovani anche nelle altre sessioni.

 

RESPONSABILI SCIENTIFICI:

Ignazio La Mantia
Pietro Pecoraro

 

COMITATO SCIENTIFICO:

Frank Rikki Canevari
Alberto Macchi
Francesco Bandi
Carlo Cavaliere
Marco Fragale
Alessia Giorli
Alessandro Ioppi
Giulia Monti
Andrea Preti
Federico Sireci

 

FACULTY:

Armone Caruso Arturo – Afragola
Arnone Flavio – Milano
Bagnasco Diego – Genova
Baiardini Ilaria – Genova
Bandi Francesco – Milano
Barbagallo Giuseppe Maria – Catania
Battaglia Paolo – Varese
Bellocchi Gianluca – Roma
Benazzo Marco – Pavia
Bignami Maurizio – Como
Bocciolini Corso – Bologna
Bussi Mario – Milano
Candreva Teresa – Taranto
Canevari Frank Rikki – Genova
Cantone Elena – Napoli
Caruso Cristiano – Roma
Castelnuovo Paolo – Varese
Catalani Maurizio – Torino
Cavaliere Carlo – Roma
Ciofalo Andrea – Roma
Cipolla Federica – Catania
Crimi Nunzio – Catania
Cocuzza Salvatore – Catania
Cunsolo Elio – Bologna
Cupido Gianfranco – Palermo
D’errico Anna – Francoforte
De Bernardi Di Valserra Francesca – Varese
De Corso Eugenio – Roma
De Luca Carlo – Vasto San Salvo
De Rossi Giovanni – Verona
Distasio Arianna – Catania
Dragonetti Alberto – Milano
Fragale Marco – Genova
Galletti Franco – Messina
Gallina Salvatore – Palermo
Gallo Andrea – Terracina
Gallo Stefania – Varese
Gelardi Matteo – Foggia
Giancaspro Rosanna – Bari
Giorli Alessia – Siena
Gramellini Giulia – Milano
Heffler Enrico Marco – Rozzano
Imperatore Clara – Napoli
Ioppi Alessandro – Genova
La Mantia Ignazio – Catania
Landi Massimo – Torino
Leo Sabato – Salerno
Leonardi Salvatore – Catania
Locatelli Davide – Varese
Lombardo Giuseppe – Agrigento
Lombardo Nicola – Catanzaro
Luperto Paolo – Brindisi
Macchi Alberto – Varese
Malvezzi Luca – Rozzano
Mancini Michela – Forlì
Marcellini Sergio – Senigallia
Marcia Maria Carmen – Iglesias
Marseglia Gian Luigi – Pavia
Marra Alessandro – Rho
Masieri Simonetta – Roma
Matucci Andrea – Firenze
Miglietta Anna – Verona
Monti Giulia – Varese
Mozzanica Francesco – Milano
Nicolai Piero – Padova
Ottaviano Giancarlo – Padova
Pagella Fabio – Pavia
Pasquini Ernesto – Bologna
Passalacqua Giovanni – Genova
Pecoraro Pietro – Palermo
Pipolo Carlotta – Milano
Presutti Livio – Bologna
Preti Andrea – Milano
Primerano Giovanni – Soverato
Rosato Davide – Rieti
Rossi Valentina – Massa
Russo Cosimo – Bari
Scala Guglielmo – Napoli
Schiavone Francesco – Milano
Schroeder Jan Walter Volk – Milano
Seccia Veronica – Pisa
Sireci Federico – Palermo
Speciale Riccardo – Palermo
Staffieri Claudia – Treviso
Sulis Giovanni – Cagliari
Tasca Ignazio – Imola
Tomaiuolo Marilena – Foggia
Zappone Carmelo – Perugia

 

INFO ED ISCRIZIONI:

CLICCA PER ISCRIVERTI

SCARICA IL PROGRAMMA

PBM IN OSTETRICIA

, ,

28 MAGGIO 2022

Centro congressi Mantova Multicentre “A. Zaniboni”
Via Largo di Porta Pradella, 1b
46100 Mantova


Patient blood management (PBM) in ostetricia

 

RAZIONALE:

Nel 2010 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha esortato gli Stati Membri ad attuare una serie di strategie per garantire qualità, sicurezza, e sostenibilità della terapia trasfusionale, includendo tra queste il Patient Blood Management (PMB). Il PMB applicato all’ostetricia consiste in una serie di tecniche farmacologiche e non, da adottare prima, durante e dopo il parto secondo tre “pilastri”: ottimizzare la capacità di produrre globuli rossi, prevenendo e trattando l’anemia dall’inizio della gravidanza, ridurre al minimo il sanguinamento, ottimizzare la tolleranza verso l’eventuale anemia nel post partum agendo precocemente con farmaci specifici. Nella realizzazione di tale programma sono coinvolte più figure professionali che concorrono sinergicamente a migliorare gli esiti di salute delle donne e dei loro bambini. Se ben applicato, il PMB oltre ad evitare le complicanze, può ridurre i tempi di degenza, evitare il ricorso alle trasfusioni e migliorare il benessere generale della donna. Gli studi dimostrano che i programmi di PMB hanno permesso di ridurre la morbosità e mortalità dei pazienti. Obiettivo del convegno è mostrare come il PMB trovi applicazione in ambito ostetrico, nello specifico con la presentazione dei protocolli multidisciplinari per la precoce individuazione e gestione dell’anemia in gravidanza.

 

RESPONSABILI SCIENTIFICI:

Daniela Dal Santo – Mantova

Tazio Sacconi – Asola

Serena Varalta – Mantova

FACULTY:

Ahmad Al Khaffaf – Mantova
Enrico Burato – Mantova
Antonella Cromi – Varese
Daniela Dal Santo – Mantova
Massimo Franchini – Mantova
Gianpaolo Grisolia – Mantova
Marzia Isabella Maini – Monza
Marlene Pisello – Mantova
Antonio Ragusa – Roma
Tazio Sacconi – Asola
Serena Varalta – Mantova
Paolo Zampriolo – Mantova

 

INFO ED ISCRIZIONI:
EVENTO INSERITO IN AGENAS CON ID. 210 – 349642
PROFESSIONI:
– Medico Chirurgo specialista in: Anestesia e Rianimazione; Ematologia; Ginecologia e Ostetricia; Medicina Trasfusionale; Neonatologia
– Infermiere
– Ostetrica/o
ORE FORMATIVE: 4
CREDITI ECM ASSEGNATI: 2,8
NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI: 120
TIPOLOGIA DI EVENTO: RES

 

CLICCA PER ISCRIVERTI

SCARICA IL PROGRAMMA

Gestione Clinica mirata del Carcinoma Ovarico

, ,

17 MAGGIO 2022

Auditorium Ospedale Sant’Anna
Via Ravona 20

22042 San Fermo della Battaglia (CO)


Gestione Clinica Mirata
IL CARCINOMA OVARICO

RAZIONALE:

Il carcinoma ovarico, tumore raro ma altamente letale, è una patologia la cui gestione richiede competenze multidisciplinari elevate. Attualmente, nonostante circa il 75% delle pazienti ottiene una risposta clinica favorevole con il trattamento di prima linea, circa 3 pazienti su 4 recidivano entro due anni e muoiono per malattia entro 5 anni. Per le pazienti che hanno risposto ad un trattamento di prima linea, le successive terapie di mantenimento e/o consolidamento potrebbero ritardare la ripresa di malattia e in alcuni casi, forse, eradicarla. Negli ultimi anni accanto alle conoscenze dei geni di sucettibilità BRCA1 e 2 si sono affiancate quelle inerenti i deficit di ricombinazione omologa (HRD) ampliando gli spazi per nuove terapie a bersaglio molecolare (Bevacizumab; PARP inibitori). Tali approcci innovativi possono cambiare la storia naturale della malattia giungendo a quella “personalizzazione” del trattamento che porti alla cura migliore per la paziente più responsiva. Obiettivo dell’incontro è fornire un aggiornamento sul tema illustrando i percordosi diagnostico-terapeutici per le donne con carcinoma ovarico integrati in un nuovo algoritmo di trattamento che si snodi dalla diagnosi alle successive recidive.

RESPONSABILE SCIENTIFICO:

PAOLO BERETTA – COMO

FACULTY:

MARCO CARNELLI – BERGAMO
MASSIMO FRANCHI – VERONA
LUIGI GRIGERIO – BERGAMO
MONICA GIORDANO – COMO
FABIO GHEZZI – VARESE
DOMENICA LO RUSSO – ROMA
PALMA PUGLIESE – COMO
ANNA SAJEVA – COMO
MARIA GRAZIA TIBILETTI – VARESE
AGAZIO FRANCESCO USSIA – COMO
FRANCESCA ZEFIRO – VARESE

 

INFO ED ISCRIZIONI:
EVENTO INSERITO IN AGENAS CON ID. 210 – 347170
PROFESSIONI: BIOLOGO; INFERMIERE; MEDICI CHIRURGHI SPECIALISTI IN ANATOMIA PATOLOGICA, GINECOLOGIA E OSTETRICIA, MEDICINA GENERALE, ONCOLOGIA
ORE FORMATIVE: 4
CREDITI ECM ASSEGNATI: 4
NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI: 79
TIPOLOGIA DI EVENTO: RES
Iscrizione gratuita fino ad esaurimento posti

CLICCA PER ISCRIVERTI

SCARICA IL PROGRAMMA

Al lupus al lupus… Il Sistema Immunitario e la Donna in età fertile

,

9 APRILE 2022

HOTEL SESMONES
LOCALITÀ CASCINA SESMONES, 1

26854 CORNEGLIANO LAUDENSE (LO)


AL LUPUS AL LUPUS…
IL SISTEMA IMMUNITARIO E LA DONNA IN ETÀ
FERTILE

RAZIONALE:

Attorno al mistero della reazione del sistema immunitario di fronte alla gravidanza ruota il destino dell’umanità e, di fatto la possibilità della Vita. Moltissimo resta da chiarire, ma alcune luci di conoscenza squarciano l’orizzonte e ci lasciano intravvedere alcuni dei meccanismi
potenzialmente fonte di problematiche nello sviluppo armonico della gravidanza. Quali sono dunque le premesse, fin dall’adolescenza e nella vita fertile, che conducono a sospettare una patologia del sistema immunitario? Come intercettarle e come poi gestirle? Il concetto di
modulazione vaccinale è valido e sicuro anche in gravidanza? E in questa fase speciale della vita della donna, quali attenzioni occorre potenziare? Vi possono essere criticità nella gestione del parto e nel post partum? Infine, come prosegue la vita di una paziente affetta da un disordine del Sistema Immunitario? In queste tematiche vorremmo addentrarci nella giornata SLOG a Lodi il 9 aprile prossimo.

RESPONSABILE SCIENTIFICO:

MARCO SOLIGO – LODI

COMITATO SCIENTIFICO:

EMANUELA BERTAZZOLI – LODI
GIOVANNA CENTINAIO – LODI
BEATRICE NEGRI – LODI
VERONIQUE LAURE RAMONI – LODI

FACULTY:

LAURA ANDREOLI – BRESCIA
FAUSTA BENEVENTI – PAVIA
EMANUELA BERTAZZOLI – LODI
ROBERTO CAPORALI – MILANO
GIOVANNA CENTINAIO – LODI
IRENE CETIN – MILANO
LUISELLA CORSANO – LODI
ANTONELLA CROMI – VARESE
ROBERTA GIACCHERO – LODI
GIUSEPPE LIMOLI – LODI
MARZIA ISABELLA MAINI – MONZA
WALLY MANUELA OSSOLA – MILANO
VERONIQUE LAURE RAMONI – LODI
MARCO SOLIGO – LODI
ARSENIO SPINILLO – PAVIA
ELENA VEGNI – MILANO
PATRIZIA VERGANI – MONZA
SONIA ZATTI – BRESCIA

INFO ED ISCRIZIONI:
EVENTO INSERITO IN AGENAS CON ID. 210 – 348220
PROFESSIONI: MEDICI CHIRURGHI SPECIALISTI IN GINECOLOGIA E OSTETRICIA; MEDICINA GENERALE (MEDICI DI FAMIGLIA); PEDIATRIA – PEDIATRIA (PEDIATRIA DI LIBERA SCELTA);
OSTETRICA/O (OSTETRICA/O)
ORE FORMATIVE: 4
CREDITI ECM ASSEGNATI: 4
NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI: 95
TIPOLOGIA DI EVENTO: RES

CLICCA PER ISCRIVERTI

SCARICA IL PROGRAMMA