Al lupus al lupus… Il Sistema Immunitario e la Donna in età fertile

,

9 APRILE 2022

HOTEL SESMONES
LOCALITÀ CASCINA SESMONES, 1

26854 CORNEGLIANO LAUDENSE (LO)


AL LUPUS AL LUPUS…
IL SISTEMA IMMUNITARIO E LA DONNA IN ETÀ
FERTILE

RAZIONALE:

Attorno al mistero della reazione del sistema immunitario di fronte alla gravidanza ruota il destino dell’umanità e, di fatto la possibilità della Vita. Moltissimo resta da chiarire, ma alcune luci di conoscenza squarciano l’orizzonte e ci lasciano intravvedere alcuni dei meccanismi
potenzialmente fonte di problematiche nello sviluppo armonico della gravidanza. Quali sono dunque le premesse, fin dall’adolescenza e nella vita fertile, che conducono a sospettare una patologia del sistema immunitario? Come intercettarle e come poi gestirle? Il concetto di
modulazione vaccinale è valido e sicuro anche in gravidanza? E in questa fase speciale della vita della donna, quali attenzioni occorre potenziare? Vi possono essere criticità nella gestione del parto e nel post partum? Infine, come prosegue la vita di una paziente affetta da un disordine del Sistema Immunitario? In queste tematiche vorremmo addentrarci nella giornata SLOG a Lodi il 9 aprile prossimo.

RESPONSABILE SCIENTIFICO:

MARCO SOLIGO – LODI

COMITATO SCIENTIFICO:

EMANUELA BERTAZZOLI – LODI
GIOVANNA CENTINAIO – LODI
BEATRICE NEGRI – LODI
VERONIQUE LAURE RAMONI – LODI

FACULTY:

LAURA ANDREOLI – BRESCIA
FAUSTA BENEVENTI – PAVIA
EMANUELA BERTAZZOLI – LODI
ROBERTO CAPORALI – MILANO
GIOVANNA CENTINAIO – LODI
IRENE CETIN – MILANO
LUISELLA CORSANO – LODI
ANTONELLA CROMI – VARESE
ROBERTA GIACCHERO – LODI
GIUSEPPE LIMOLI – LODI
MARZIA ISABELLA MAINI – MONZA
WALLY MANUELA OSSOLA – MILANO
VERONIQUE LAURE RAMONI – LODI
MARCO SOLIGO – LODI
ARSENIO SPINILLO – PAVIA
ELENA VEGNI – MILANO
PATRIZIA VERGANI – MONZA
SONIA ZATTI – BRESCIA

INFO ED ISCRIZIONI:
EVENTO INSERITO IN AGENAS CON ID. 210 – 348220
PROFESSIONI: MEDICI CHIRURGHI SPECIALISTI IN GINECOLOGIA E OSTETRICIA; MEDICINA GENERALE (MEDICI DI FAMIGLIA); PEDIATRIA – PEDIATRIA (PEDIATRIA DI LIBERA SCELTA);
OSTETRICA/O (OSTETRICA/O)
ORE FORMATIVE: 4
CREDITI ECM ASSEGNATI: 4
NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI: 95
TIPOLOGIA DI EVENTO: RES

CLICCA PER ISCRIVERTI

SCARICA IL PROGRAMMA

IL SENO FRONTALE: SOTTO SOPRA DAVANTI DIETRO

25 MARZO 2022

AUDITORIUM OSPEDALE SANT’ANNA
VIA RAVONA 20
22042 SAN FERMO DELLA BATTAGLIA (CO)


IL SENO FRONTALE:
SOTTO SOPRA DAVANTI DIETRO

RAZIONALE:

Il seno frontale, per la sua locazione nello scheletro maxillo facciale è sempre stato considerato una sede di difficile gestione. Più branche specialistiche si occupano di questa regione anatomica che confina posteriormente con il parenchima cerebrale, infero-lateralmente con il tetto orbitario e medialmente con il labirinto etmoidale. In questo corso monotematico si vogliono condividere le diverse culture specialistiche che si occupano della patologia di questo distretto, vogliamo stressare  i limiti della chirurgia endoscopica in relazione alla patologia e ai fattori anatomici. Per questa giornata abbiamo voluto coinvolgere esperti di questo settore anatomico di diverse Specialità per il controllo a 360° della patologia che coinvolge il seno frontale. Verranno anche considerati gli aspetti legati al danno estetico della chirurgia demolitiva, le tecniche e i materiali ricostruttivi utilizzati. Ci saranno discussioni interattive tra Faculty ed auditorio con la presentazione di casi clinici particolari da parte di giovani Specialisti e Specializzandi.

RESPONSABILI SCIENTIFICI:

MAURIZIO BIGNAMI – Como
PAOLO CASTELNUOVO – Varese

PROGRAMMA:

08:30 – Accoglienza

08:50 – Saluto delle Autorità

09:00 – Introduzione ed obbiettivi del Corso (NO ECM) – M. Bignami – P. Castelnuovo

09:10 – Anatomia macroscopica ed endoscopica e radiologica – P. Castelnuovo

09:40 – Indicazione e limiti degli approcci endoscopici al seno frontale: criteri decisionali – M. Bignami

10:10 – Discussione interattiva Faculty e Auditorio sulle lezioni precedenti

10:20 – Tecniche chirurgiche endonasali – A. Pistochini

10:50 – Tecniche chirurgiche. Esterne, Osteoplastica. Frontale – L. Volpi

11:20 – La patologia traumatica del seno frontale – L. Colombo

11:50 – La gestione neurochirurgica del seno frontale – S. Bellocchi

12:20 – Storia della chirurgia del seno frontale – A. Macchi

12:50 – Discussione interattiva Faculty e Auditorio sulle lezioni precedenti

13:10 – PAUSA

14:30 – La gestione del papilloma invertito del seno frontale – M. Turri Zanoni

15:00 – Le lesioni fibro-ossee del seno frontale come e quando farle – A. Arosio

15:30 – La patologia neoplastica del seno frontale: la scelta della tecnica adeguata – P. Battaglia

16:00 – Le tecniche e i materiali ricostruttivi del seno frontale nella Riedel Mosher – A. Karligkiotis

16:30 – Tavola rotonda sul seno frontale esposti da Specializzandi e Neo-Specialisti

Coordinatrice:
F. De Bernardi Di Valserra
Faculty:
Camilla Czaczkes – Varese
Giulia D’Aleo – Varese
Gianluca Dalfino – Varese
Giacomo Gravante – Varese
Stefano Margherini – Varese
Giulia Monti – Varese
Giorgio Sileo – Varese
Marco Valentini – Varese

17:30 – Considerazioni finali – Cosa portiamo a casa (NO ECM) – P. Battaglia – M. Bignami – C. Castelnuovo

17:50 – Fine lavori

FACULTY:

Alberto Daniele Arosio (Varese)
Paolo Battaglia (Varese)
Silvio Bellocchi (Como)
Maurizio Bignami (Como)
Paolo Castelnuovo (Varese)
Luigi Colombo (Como)
Camilla Czaczkes (Varese)
Giulia D’Aleo (Varese)
Gianluca Dalfino (Varese)
Francesca De Bernardi di Valserra (Varese)
Giacomo Gravante (Varese)
Apostolos Karligkiotis (Varese)
Alberto Macchi (Varese)
Stefano Margherini (Varese)
Giulia Monti (Varese)
Andrea Pistochini (Varese)
Giorgio Sileo (Varese)
Mario Turri Zanoni (Varese)
Marco Valentini (Varese)
Luca Volpi (Como)

INFO ED ISCRIZIONI:
EVENTO INSERITO IN AGENAS CON ID. 210 – 343555
PROFESSIONI: INFERMIERE, MEDICI CHIRURGHI SPECIALISTI IN AUDIOLOGIA E FONIATRIA, CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE, CHIRURGIA PLASTICA E RISCOSTRUTTIVA, NEUROCHIRURGIA, OTORINOLARINGOIATRIA
ORE FORMATIVE: 7
CREDITI ECM ASSEGNATI: 4,9
NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI: 140
TIPOLOGIA DI EVENTO: RES

CLICCA PER ISCRIVERTI

SCARICA IL PROGRAMMA

WORKSHOP ANEMIA

,

12 NOVEMBRE 2021

HOTEL HILTON MILANO
VIA GALVANI, 12 

RAZIONALE:

La carenza di ferro (ID) e l’anemia sideropenica (IDA) sono molto frequenti in gravidanza: colpiscono circa il 30% delle donne gravide nei paesi occidentali e fino a oltre il 50% delle donne nei paesi in via di sviluppo. Diverse possono essere le cause, ma entrambe queste condizioni sono associate a serie conseguenze per la salute della madre e del bambino, tanto che l’OMS ha riconosciuto l’anemia in gravidanza come un Global Health Problem. Visto il significativo impatto negativo sugli esiti materni, fetali e neonatali, la prevenzione, la diagnosi precoce e il trattamento di questa condizione clinica sono fondamentali, considerando il fatto che è dimostrato come l’aumento medio di 1 g/dl di Hb sia in grado di ridurre del 25% il rischio di mortalità materna. Nella maggior parte dei casi, è possibile identificare e correggere l’anemia   prima del parto migliorando quindi gli outcomes materni, fetali e neonatali evitando successive trasfusioni non appropriate. Ciononostante non è infrequente il riscontro di anemia sideropenica al momento del parto, probabilmente anche a causa di una mancanza di percorsi definiti sul territorio che conducano rapidamente le donne all’accesso in ambulatori dedicati, per cui l’unico intervento possibile rimane quello nella donna nel post partum. Obiettivo del corso è quello di evidenziare gli aspetti clinici, diagnostici e terapeutici che possono consentire di ridurre i rischi clinici per la madre ed il nascituro, e condividere diverse esperienze maturate in regione Lombardia.

PROGRAMMA:

09:30 – Registrazione partecipanti

09:50 – Introduzione al workshop – I. Cetin

SESSIONE I – SCREEN & TREAT
Moderatore: Irene Cetin

10:00 – IDA e ID: importanza dello screening in gravidanza – F. Parisi

10:20 – Anemia in ostetricia: alternative alla trasfusione in gravidanza e nel post partum – I. Beverina

10:40 – Anemia in gravidanza e gestione del rischio clinico – D. Rodriguez

11:00 – Discussione su screen & treat – I. Beverina –  F. Parisi – D. Rodriguez

SESSIONE II – ESPERIENZE LOMBARDE A CONFRONTO
Moderatore: A. Spinillo

11:15 – C. Poma: dall’ospedale al territorio – D. Dal Santo

11:30 – S. Matteo: esperienze di trattamento dell’anemia in ostetricia in ottica PBM – A. Livraghi

11:45 – Niguarda: il prosieguo di una collaborazione – F. Baltaro

12:00 – Melloni: accesso last minute – G. Alabiso

12:15 – Buzzi: un percorso per l’anemia – I. Cetin

12:30 – Q & A sulle esperienze lombarde a confronto – F. Baltaro – I. Cetin – D. Dal Santo – A. Livraghi – G. Alabiso

13:00 – Chiusura dei lavori

RESPONSABILE SCIENTIFICO:

IRENE CETIN – MILANO

FACULTY:

ALABISO GIULIA – MILANO
BALTARO FEDERICA – MILANO
BEVERINA IVO LUIGI ANDREA – LEGNANO (MI)
CETIN IRENE – MILANO
DAL SANTO DANIELA – MANTOVA
LIVRAGHI ALESSANDRA – PAVIA
PARISI FRANCESCA – MILANO
RODRIGUEZ DANIELE – PADOVA
SPINILLO ARSENIO – PAVIA

CLICCA PER ISCRIVERTI

SCARICA IL PROGRAMMA

COUNSELING IN OSTETRICIA

,

13 NOVEMBRE 2021

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BRESCIA
FACOLTA’ DI MEDICINA 
VIALE EUROPA, 11
BRESCIA

La complessità della comunicazione, l’ ascolto del paziente e la relazione medico paziente sono aspetti centrali del counselling soprattutto nelle situazioni cliniche difficili e nei percorsi decisionali.
II corso affronta questi aspetti  della relazione medico paziente utilizzando la tecnica del role playing, basata sulla simulazione di situazioni  cliniche reali, e strutturata in modo tale da essere coinvolgente dal punto di vista emozionale. Nella discussione dopo ciascun role-playing verranno sottolineati principalmente i punti in cui i comportamenti agiti dai partecipanti sono risultati di maggior efficacia.

08:30 – Saluti ed Introduzione – Maria Angela – Franco Odicino – Abrami Enrico Sartori

08:50 – Dalla letteratura alla pratica clinica: il peso delle parole nella relazione medico

paziente-coppia – Elena Vegni

09:20 – Discussione – Le parole della cura Emanuela Beretta – Anna Della Vedova

Prima Sessione
Quando la donna chiede il taglio cesareo
Moderatori: Emanuela Beretta – Adriana Valcamonico – Elena Vegni

09:30 – Role playing – Il taglio cesareo su richiesta materna – Patrizia Vergani

10:00 – Discussione -Il medico di fronte alla scelta della donna – Patrizia Vergani 

10:10 – PAUSA

Seconda Sessione
Comunicare le indicazioni ostetriche
Moderatori: Anna Della Vedova – Marzia Isabella Maini – Elena Vegni 

10:30 – Role playing – Il feto LGA a termine di gravidanza: è indicata l’induzione? – Antonella Cromi 

11:00 – Discussione – Le paure della donna, i dubbi dell’ostetrico – Antonella Cromi

11:10 – Role playing – La pPROM prima dell’epoca di vitalità – Federico Prefumo

11:40 – Discussione – Le scelte difficili in ostetricia – Federico Prefumo

11:50 – Confronto sulla giornata – Emanuela Beretta – Antonella Cromi – Anna Della Vedova – Federico Prefumo – Elena Vegni – Patrizia Vergani

12:40 – Conclusioni – La comunicazione medico paziente – Aldo Riccardi – Adriana Valcamonico 

13.10 – Fine lavori

 
RESPONSABILE SCIENTIFICO:
NICOLA FRATELLI – BRESCIA
 
FACULTY:
ABRAMI MARIA ANGELA – BRESCIA
BERETTA MANUELA – BRESCIA
CROMI ANTONELLA – VARESE
DELLA VEDOVA ANNA MARIA – MONZA
MAINI MARZIA ISABELLA – MONZA
ODICINO FRANCO – BRESCIA
PREFUMO FEDERICO – BRESCIA
RICCARDI ALDO – CREMONA
SARTORI ENRICO – BRESCIA
VALCAMONICO ADRIANA – BRESCIA
VEGNI ELENA MARIA – MILANO
VERGANI PATRIZIA – MONZA
ACCREDITAMENTO ECM:
ID EVENTO 336210
ORE FORAMTIVE: 4
CREDITI ECM: 4
MAX 90 PERSONE

PER SAPERNE DI PIU’

CLICCA PER ISCRIVERTI

L’ENDOMETRIO: DALLA DISFUNZIONE ALLA NEOPLASIA

,

15 ottobre 2021

AUDITORIUM OSPEDALE SANT’ANNA
SAN FERMO DELLA BATTAGLIA (CO)

 

RAZIONALE

La patologia dell’endometrio rappresenta una problematica clinica, gravata da potenziali risvolti sfavorevoli, con una prevalenza variabile del 15-30%, in particolare nelle donne in eta’ riproduttiva. Nella maggior parte dei casi si manifesta con sanguinamento uterino anomalo (AUB) o abbondante (HMB) e questi sintomi sono una delle principali motivazioni alla consultazione specialistica. Tali aspetti, seppur non pericolosi per la vita, ne alterano la sua qualità essendo responsabili di condizioni patologiche, come ad esempio l’anemia sideropenica, che comportano limitazioni sociali e lavorative e, talvolta, possono favorire un incremento della morbilità’-mortalità nelle donne che andranno incontro a gravidanze. Lo spettro delle potenziali cause alla base di tale situazione può andare dalle anomalie dell’emostasi, alle alterazioni endocrine e/o organico-strutturali correlate all’età e all’etnia. Non sempre esiste un consenso unanime sull’ iter diagnostico-terapeutico più appropriato per cui possono essere adottate modalità di trattamento, anche invasivo, di dubbia indicazione e di efficacia non dimostrata, comportando un incremento dei costi di salute ed economici non giustificabile. Le terapie più adeguate ed efficaci derivano dalla precisa comprensione dei meccanismi coinvolti nella genesi della patologia e quindi il filo conduttore del convegno sarà quello di mettere in primo piano le più attuali evidenze scientifiche e di rimuovere i luoghi comuni che condizionano ancora la gestione di queste situazioni cliniche. Le indicazioni dei percorsi diagnostici e degli approcci terapeutici medico-chirurgici, attuali e innovativi, saranno oggetto di confronto e discussione.

Per saperne di più

TURBINATI: DALLA DIAGNOSI ALLA TERAPIA – UN UPDATE SULLE PATOLOGIE FLOGISTICHE DELLA MUCOSA NASALE.

,

22 OTTOBRE 2021

AUDITORIUM OSPEDALE SANT’ANNA
VIA RAVONA 20
22042 SAN FERMO DELLA BATTAGLIA (CO)

RAZIONALE:

L’ipertrofia dei turbinati consiste in un aumento delle dimensioni della mucosa nasale che riveste alcune strutture per metà ossee e per metà carnose situate dentro le fosse nasali, dette appunto turbinati. I turbinati hanno diverse funzioni: riscaldare, umidificare, depurare e regolare il flusso dell’aria che viene inspirata.

A causare l’ipertrofia dei turbinati possono essere diversi fattori, come ad esempio altri disturbi come riniti allergiche o cambiamenti climatici, che portano a differenze di temperature. Non è escluso che l’assunzione di farmaci ormonali possa incidere sul rigonfiamento delle strutture nasali e portare alla loro ostruzione.

I sintomi dell’ipertrofia dei turbinati sono simili a quelli del raffreddore o di una reazione allergica: consistono infatti in starnuti continui, forti pruriti al naso, rinorrea, iposomia e in alcuni casi cefalea. Il disturbo si accentua fino a peggiorare durante la notte perché la posizione supina contribuisce a creare la congestione dei turbinati e questo porta con sè anche altri problemi, come le apnee notturne.

Esistono diversi esami per accertare l’ipertrofia dei turbinati. La diagnosi parte dall’anamnesi, ossia dai sintomi riferiti dal paziente nel corso di una visita otorinolaringoiatrica. In genere per giungere ad un quadro clinico completo, gli specialisti ricorrono a indagini endoscopiche con strumenti a fibre ottiche che possano andare in profondità e rilevare con esattezza l’entità del gonfiore. Inoltre si procede con la somministrazione di gocce nasali per valutare il grado di ostruzione nasale e con la rinomanometria, un esame ultraspecialistico che permette di inquadrare la funzionalità effettiva del naso, e in particolare il passaggio dell’aria attraverso le fosse nasali.

PROGRAMMA:

08:30 – Accoglienza e registrazione

14:00 – Registrazione

14:30 – Lezione magistrale – Turbinati: alla fine questi sconosciuti – P. Castelnuovo

15:00 – Anatomo fisiologia dei turbinati – F. Russo

15:20 – Percorso diagnostico: dall’anamnesi all’endoscopia, agli esami strumentali – P. Battaglia

15:40 – Nares, Naresma, Narma, Narne – C. Lingua

16:00 – La patologia allergica – M. Mauro

16:20 – Il percorso terapeutico: la terapia medica corticosteroidea – A. Pistochini

16.40 – La turbinoplastica nelle sue varie forme – M. Bignami

17.00 – Le radiofrequenze sui turbinati – S. Gallo

17.20 – KOS: una nuova metodica per il trattamento della rinite vasomotoria – A. Macchi

17.40 – Intolleranza all’Istamina ed ipertrofia dei turbinati – A. Macchi

18.00 – Naturopatia ed ipertrofia dei turbinati – F. De Bernardi di Valserra

18.30 – CHIUSURA LAVORI

RESPONSABILI SCIENTIFICI:

MAURIZIO BIGNAMI – Como
PAOLO CASTELNUOVO – Varese

FACULTY:

P. BATTAGLIA (VARESE)
M. BIGNAMI (COMO)
P. CASTELNUOVO (VARESE)
F. DE BERNARDI DI VALSERRA (VARESE)
S. GALLO (VARESE)
C.LINGUA ( CUNEO)
A. MACCHI (VARESE)
M. MAURO (COMO)
A. PISTOCHINI (VARESE)
F. RUSSO (VARESE)

CLICCA PER ISCRIVERTI

SCARICA IL PROGRAMMA

L’INATTESO IN OSTETRICIA

,

25 SETTEMBRE 2021

AULA MAGNA U6
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA
PIAZZA DELL’ATENEO NUOVO, 1
20126 MILANO

RAZIONALE:

La popolazione ostetrica è caratterizzata in genere da donne giovani, con una bassa frequenza di comorbidità e un’elevata aspettativa di esito positivo. Tuttavia, l’inatteso può accadere e una gravidanza o un parto senza apparenti complicanze possono rapidamente trasformarsi in un’emergenza che mette in pericolo la vita. Paragonato ad altre discipline specialistiche, l’ambito ostetrico è peculiare, dal momento che non è in gioco solo una vita, ma due.

Sappiamo che, nonostante le migliori pratiche cliniche, non abbiamo sempre l’abilità di anticipare l’emergenza o i mezzi per contrastare l’inevitabilità nella progressione della malattia. Tuttavia, la formazione dei sanitari, la messa in atto di risposte assistenziali intensive, il coinvolgimento precoce di personale esperto e di un team multidisciplinare, l’implementazione di programmi di gestione del rischio clinico sono elementi imprescindibili per mitigare i rischi o attenuarne le conseguenze

Scopo di questo convegno è quello, a partire dalla presentazione di casi clinici emblematici, di analizzare la magnitudo e l’impatto di alcune tipologie di evento avverso in ostetricia, evidenziare eventuali falle nel sistema e gap comunicativi. Questi casi offriranno l’occasione per puntualizzare i percorsi di inquadramento diagnostico appropriati, analizzare gli interventi con la maggiore evidenza di efficacia e le minori barriere di implementazione

PROGRAMMA:

08:30 – Accoglienza e registrazione
09:00 – Saluti ed introduzione al Congresso – A. Riccardi

Prima sessione
Moderatori: M. Lovotti – L. Macchi

09:15 – Dolore addominale e … – D. Piazzalunga – M.G. Piccoli
09:50 – Preeclampsia e … – L.M. D’Andrea – M.I. Maini
10:30 – Discussione e take home messages – L.M. D’Andrea – M.I. Maini – D. Piazzalunga – M.G. Piccoli

11:00 – Pausa

Seconda Sessione
Moderatori: D. Corsi – P. Vergani

11:20 – Gravidanza e cuore … – A. Cromi – – A. Stifanu
12:00 – Il trauma in ostetricia – G. Furicchia
12:45 – Discussione e take home messages –  A. Cromi – G. Furicchia – A. Stifani
13:35 – Conclusioni

RESPONSABILI SCIENTIFICI:

ANTONELLA CROMI – Varese
MARZIA ISABELLA MAINI – Monza
PATRIZIA VERGANI – Monza

FACULTY:

DAVIDE CARLO CORSI – Monza
ANTONELLA CROMI – Varese
LUCA D’ANDREA – Monza
GIANNEMILIO FURICCHIA – Roma
MASSIMO LOVOTTI – Como
LUCA MACCHI – Como
MARZIA ISABELLA MAINI – Monza
MARIA GIOVANNA PICCOLI – Bergamo
DARIO PIAZZALUNGA – Bergamo
ALDO RICCARDI – Cremona
ALESSANDRA STIFANI – Varese
PATRIZIA VERGANI – Monza

CLICCA PER ISCRIVERTI

SCARICA IL PROGRAMMA

BATTERI E ANTIBIOTICI:quale amico o nemico in ostetricia?

,

17 APRILE 2021
WEB CONFERENCE NO ECM

PRESENTAZIONE:

In un anno in cui la protagonista è stata un’infezione è necessario parlare del ruolo delicato che i microrganismi hanno nel nostro corpo, soprattutto i batteri.

I batteri sono presenti nel corpo umano per un peso complessivo che raggiunge 1 kg e sono protagonisti dello sviluppo di un sistema immunitario sano, di eventi epigenetici e di conseguenza della salute dell’organismo che lo ospita. Questi batteri si formano soprattutto nei primi 1000 giorni di vita di un bambino attraverso gravidanza, parto e allattamento.

E’ noto quanto le infezioni batteriche possano avere un ruolo nefasto sulla madre e sul bambino quando c’è squilibrio e infezioni severe. La sfida per la medicina moderna è trovare il delicato equilibrio tra la fisiologia e la patologia dei batteri attraverso la conoscenza del microbiota e la consapevolezza che un atto terapeutico con l’uso dell’antibiotico può essere salvavita se usato adeguatamente o generare resistenze con gravi conseguenze per la salute pubblica, soprattutto nel percorso perinatale dove la relazione mamma bambino attraverso il microbiota sancisce la prevenzione di patologie in età adulta.

Questo webinar vuole avere il risvolto pratico di come riuscire a fare diagnosi di infezione attraverso la clinica e come gli esami colturali ci possono aiutare nella scelta della terapia nelle diverse tappe del perinatale …

PROGRAMMA:

10:00 – Presentazione – Prof. A. Riccardi

I SESSIONE
Moderatore:  Prof.ssa I. Cetin

10:10 – Microbirth: un viaggio tra batteri – Dr.ssa P. Pileri – Dr.ssa L. Romiti
10:35 – La donna con la febbre in travaglio: patologia e fisiologia – Prof.ssa A. Cromi
10:55 – Il feto e il neonato di mamma febbrile – Dr. D. Merazzi

11:15 – Domande

II SESSIONE
MODERATORI: Dr.ssa G. Bestetti – Dr.ssa M. I. Maini

11:35 – La febbre in puerperio: i protagonisti – Dr.ssa M. Mazzocco
11:50 – Come prelevare il campione perfetto per le colture: liquido amniotico-placenta-latte – Dr.ssa F. Matteo
12:10 – Le resistenze antibiotiche in Italia: cosa c’è di nuovo?  – Dr.ssa S. Rimoldi

12.30 – Domande e conclusioni
13.00 – Fine lavori

RESPONSABILI SCIENTIFICI:

Dr.ssa Paola Pileri – MILANO » Dr.ssa Lucrezia Romiti – COMO

FACULTY:
Dr.ssa Giovanna Bestetti (MILANO) » Prof.ssa Irene Cetin (MILANO) » Prof.ssa Antonella Cromi (VARESE) » Dr.ssa Marzia Isabella Maini (MONZA) » Dr.ssa Federica Matteo (COMO) » Dr.ssa Martina Mazzocco (MILANO) »  Dr. Daniele Merazzi (COMO) » Dr.ssa Paola Pileri (MILANO) » Prof. Aldo Riccardi (CREMONA) » Dr.ssa Sara Rimoldi (MILANO) » Dr.ssa Lucrezia Romiti (COMO) »

SCOPRI DI PIU’

Medicine complementari nel percorso nascita: conoscere per integrare

,

20 MARZO 2021
WEB CONFERENCE NO ECM

RAZIONALE:

L’ approccio della medicina complementare pone l’accento su una visione olistica ed integrata di conoscenze basate sulla esperienza di gestione della salute e della malattia. Il percorso nascita favorisce l’applicazione delle medicine complementari che devono essere un punto di partenza per uno studio approfondito da parte dei professionisti sanitari che le utilizzano. Inoltre, si sottolinea la loro applicazione nei contesti di prevenzione, assistenza e riabilitazione ostetrica per tutelare e favorire la normalità della nascita e l’empowerment materno. L’evento ha l’obiettivo di integrare le conoscenze scientifiche con l’attività clinica espressa sul campo dai professionisti sanitari, traslando il sapere in pratica e allo stesso momento, riconoscendo nella pratica la sua radice teorica.

PROGRAMMA:

9.15 – Presentazione – Dr. A. Riccardi

I SESSIONE
Moderatore:  Dr.ssa R. Moroni

09.20 – L’utilizzo dell’agopuntura in gravidanza – Dr.ssa A. M. Campagna
09.40 -L’agopuntura e il rivolgimento del feto podalico – Dr.ssa A. Zaccarelli
10.00 -E il neonato… si può pungere? L’agopuntura in ambito neonatale – Dr.ssa P. F. Faldini
10.20 – Domande

II SESSIONE
Moderatore: Dr.ssa V. Iacchia

10.40 – Integrazione delle Medicine complementari a sostegno della fisiologia della nascita – Dr.ssa M. Mariotti – Dr.ssa S. Giovinale
11.00 -La medicina tradizionale cinese (MTC): tecniche, punti somatici e ambiti di applicazione. Focus su moxibustione, digitopressione e auricoloterapia – Dr.ssa A. Aldini – Dr.ssa G. Chiarello
11.40 – Esperienza del Centro nascita Margherita: indicatori e monitoraggio dell’utilizzo della MTC – Dr.ssa A. Aldini – Dr.ssa S. Giovinale
12.00 – Domande
12.20 – Conclusioni

RESPONSABILI SCIENTIFICI:
Dr.ssa Simona Fumagalli (MONZA) » Dr.ssa Antonella Nespoli (MONZA) » Dr.ssa Lucrezia Romiti (COMO)

FACULTY:
Dr.ssa Angela Aldini (FIRENZE) » Dr.ssa Antonella Maria Campagna (COMO) » Dr.ssa Giovanna Chiarello (FIRENZE) » Dr.ssa Paola Francesca Faldini (COMO) » Dr.ssa Silvia Giovinale (FIRENZE) » Dr.ssa Valentina Iacchia (COMO) » Dr.ssa Manuela Mariotti  (FIRENZE) » Dr.ssa Rossella Moroni (COMO) » Dr. Aldo Riccardi (CREMONA) » Dr.ssa Alessandra Zaccarelli (COMO)

SCOPRI DI PIU’

RINOSINUSITE CRONICA ED OLFATTO

, ,

FSC – Formazione Sul Campo 2020/2021

FASE OPERATIVA

RESPONSABILE SCIENTIFICO: MACCHI ALBERTO (VARESE)

BOARD SCIENTIFICO: GALLO STEFANIA (VARESE), HEFFLER ENRICO (ROZZANO-MILANO), LA MANTIA IGNAZIO (CATANIA), MACCHI ALBERTO (VARESE)

Vedi la locandina

OPPURE INVIARE UNA MAIL A olfatto@psacf.it