INFEZIONI A TRASMISSIONE SESSUALE

11 MAGGIO 2019
INFEZIONI A TRASMISSIONE SESSUALE: DALLO SCREENING DELLA PAZIENTE ASINTOMATICA ALLA GESTIONE DELLA MALATTIA INFIAMMATORIA PELVICA

Aula Magna
Ospedale “A. Manzoni”
Via dell’Eremo, 9/11 – Lecco

RESPONSABILE SCIENTIFICO: Tiziana Dell’Anna – LECCO
                                                             Andrea Natale – MILANO
                                                             Antonio Pellegrino – LECCO

Le infezioni a trasmissione sessuale (IST) rappresentano un serio problema di salute pubblica e non solo nei paesi con risorse economiche limitate. I dati mostrati dall’OMS lo confermano: nel mondo, più di 1 milione di persone si infettano quotidianamente; all’anno 357 milioni di nuovi casi presentano una o più delle seguenti infezioni: chlamydia, gonorrohoea, sifilide, trichomonas, 500 milioni di persone contraggono l’herpes genitale, 290 milioni di persone il papilloma virus. Le IST, nella gran parte dei casi, non sono accompagnate da sintomi ed è questo il motivo per cui la diagnosi e la terapia sono spesso effettuate con ritardo o non effettuate causando svariate sequele a breve e a lungo termine. Da qui l’importanza dello screening per identificare e trattare le persone infette prima che sviluppino complicanze e l’importanza di identificare e trattare i partner sessuali per prevenire la trasmissione e la reinfezione. Le complicanze legate a IST variano dall’infezione dell’alto tratto genitale, infertilità, dolore pelvico cronico, tumore della cervice uterina alle infezioni croniche da virus delle epatiti e HIV. Tra le complicanze a lungo temine di una infezione pelvica, il rischio di sterilità da fattore tubarico è consistente. Come comportarsi per prevenire il più possibile questa evenienza quando ci troviamo nella fase acuta di una PID? Magari in età giovanile quando il desiderio di gravidanza non è ancora espresso? Oppure tardivamente, di fronte ad una patologia ormai cronicizzata (aderenze o idrosalpinge), quali possono essere i trattamenti proponibili per “ripristinare” almeno una parte delle probabilità di concepimento? Altro aspetto emergente legato alle IST è il fenomeno dell’antibiotico-resistenza, soprattutto per la gonorrhoea, legato all’utilizzo sconsiderato o improprio degli ultimi decenni dei farmaci antibiotici. Le IST rappresentano, dunque, una quota di patologia che sempre più spesso il ginecologo si trova ad affrontare ma per la quale la prevenzione, messa in campo da molteplici figure sanitarie, tra cui quella dell’ostetrica, rimane l’arma più potente.

Id provider: n. 210 – Id evento: 210 – 262229 ED. 1
Crediti ECM; 2,8 – Ore formative: 4
Numero partecipanti: max 200
Professioni alle quali si riferisce l’evento formativo: Medico Chirurgo (Ginecologia e Ostetricia, Dermatologia e Venerologia, Malattie Infettive, Medicina Generale) – Ostetrica/o – Infermiere professionale.

Per percepire i crediti ECM è obbligatorio: compilare la scheda di iscrizione, apporre firma di presenza in entrata e uscita, compilare e superare il test finale, compilare i moduli obbligatori.

L’attestato di frequenza verrà consegnato a fine evento a chi ne farà richiesta. L’attestato ECM verrà inviato per mail, agli aventi diritto, dopo la chiusura della pratica ministeriale

PER ISCRIZIONI www.psacf.it

Per percepire i crediti ECM è obbligatorio:
– compilare la scheda di iscrizione
– apporre firma di presenza in entrata e uscita
– compilare e superare il test finale
– compilare i moduli obbligatori

L’attestato di frequenza verrà consegnato a fine evento a chi ne farà richiesta.
L’attestato ECM verrà inviato per mail agli aventi diritto, dopo la chiusura della pratica ministeriale.

Scarica la locandina dell’evento qui

 

LA DIAGNOSTICA ALLERGOLOGICA DI BASE: COME FARE I PRICK TEST – GENOVA

07 MAGGIO 2019
Ospedale Policlinico San Martino – Padiglione Maragliano Piano Terra – Largo Rossana Benzi, 10 – Genova

RESPONSABILE SCIENTIFICO: DOTT. ALBERTO MACCHI – VARESE
FACULTY: PROF. GIOVANNI PASSALACQUA – GENOVA
PROF. FRANK RIKKI CANEVARI – GENOVA
                    DOTT. DIEGO BAGNASCO – GENOVA
                    DOTT. MASSIMO LANDI – TORINO

Uno dei fondamenti diagnostici della patologia rinosinusale è quello di indagare e diagnosticare in maniera precisa l’eziopatogenesi della malattia. Per tale motivo oltre alle valutazioni anamnestiche, all’esame obiettivo endoscopico del paziente, l’escludere o confermare la presenza di una patogenesi allergica risulta essere fondamentale nel percorso diagnostico del paziente. La possibilità di poter eseguire un test allergologico di primo livello come il prick test rappresenta un passo fondamentale di questo percorso. Durante il corso approfondiremo i principi del processo allergico e le indicazioni ai test per la sua individuazione. Come, quando e perché fare i prick test, le indicazioni, le controindicazioni, le metodiche di esecuzione e le procedure di sicurezza saranno analizzati e sviluppati durante questo corso. La preparazione del paziente, l’informazione al paziente il tempo necessario di esecuzione e la modalità di esecuzione del test saranno i cardini principali della parte pratica. Effettueremo e faremo effettuare ai partecipanti i
prick test in modo tale di poter capire come farli e come non farli. E’ il primo corso organizzato dall’Accademia Italiana di Rinologia, dedicato ai propri Soci e non solo. Il corso è limitato ad un massimo di 15 Partecipanti. Al termine del corso vi sarà un esame finale pratico per valutare il superamento del corso e l’attribuzione dei crediti formativi nell’ambito del programma di educazione continua in medicina (ECM); oltre all’attestato rilasciato dall’Accademia che può essere utile per dimostrare l’acquisizione della capacità di eseguire i Prick Test. L’Accademia Italiana di Rinologia è stata inserita nell’elenco delle Società Scientifiche riconosciute presso il Ministero della Salute.

PROGRAMMA:

13.30 • Accoglienza e registrazione
14.00 • Principi e metodo di insegnamento per la diagnostica allergologica di base – Prof. G.PASSALACQUA
14.20 • Allergia: principi diagnostici e metodologia diagnostica. La patologia allergica delle vie aeree – Dott. D. BAGNASCO
14.40 • Allergia: ruolo della citologia nasale come supporto ai test allergologici nella diagnosi e nel follow-up – Dott. M. LANDI
15.00 • I prick test: come, quando farli e perché? – Prof. F.R. CANEVARI
15.20 • Prova pratica: come fare e come non fare i prick test – Prof. GIOVANNI PASSALACQUA – Prof. FRANK RIKKI CANEVARI – Dott. DIEGO BAGNASCO – Dott. MASSIMO LANDI
18.30 • FAQ sui prick test dalla teoria alla pratica – Prof. GIOVANNI PASSALACQUA – Prof. FRANK RIKKI CANEVARI – Dott. DIEGO BAGNASCO – Dott. MASSIMO LANDI
19.00 • Prova finale e compilazione questionari obbligatori
19.30 • Chiusura del corso e consegna attestati

CORSO PRATICO » EVENTO ECM n. 210-256798 » DURATA 5 ORE » CREDITI ASSEGNATI 6.5 » NUMERO PARTECIPANTI 15 » ACCREDITAMENTO ECM PER MEDICI CHIRURGHI SPECIALISTI IN OTORINOLARINGOIATRIA » QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 50,00 + IVA » GRATUITO PER N. 10 SOCI IAR IN REGOLA CON IL VERSAMENTO DELLE QUOTE ASSOCIATIVE » PER L’ORDINE DI ISCRIZIONE FARANNO FEDE LE PRIME 10 DOMANDE PERVENUTE » PER ISCRIZIONI www.psacf.it “CORSO PRICK TEST GENOVA” » PER INFORMAZIONI corsipricktest2019@psacf.it

PER ISCRIZIONI www.psacf.it

PROFESSIONI QUALI L’EVENTO SI RIFERISCE MEDICI CHIRURGHI SPECIALISTI IN OTORINOLARINGOIATRIA

Scarica la locandina dell’evento qui

 

IL PUERPERIO E IL RITORNO A CASA: QUALI DIFFICOLTA’

6 APRILE 2019
FACOLTA’ DI MEDICINA E CHIRURGIA – UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BRESCIA
AULA A
VIALE EUROPA,11 – BRESCIA

RESPONSABILE SCIENTIFICO: DOTT. ALBERTO MACCHI – VARESE
FACULTY: DOTT. ALBERTO MACCHI – VARESE
                    PROF. ALBERICO MOTOLESE – VARESE

La nascita di un bambino costituisce uno dei momenti che più stravolgono, sia dal punto di vista emotivo sia organizzativo, la vita di una donna e di una famiglia e il ritorno a casa spesso presenta una serie di difficoltà e imprevisti di fronte ai quali, soprattutto se la nascita è la prima, quasi mai ci si sente veramente preparati.
Non sempre poi il ritorno a casa è un momento sereno: esistono le situazioni “difficili” in cui il neonato è costretto a rimanere in ospedale a lungo perché ricoverato in terapia intensiva o altre ancora più drammatiche in cui la perdita del bambino, magari ad epoche gestazionali avanzate, fa si che la coppia ritorni a casa priva di chi aveva tanto desiderato.

Ci sono poi argomenti delicati come il ritrovare l’integrità del perineo dopo il parto o la scelta del metodo contraccettivo più adatto o ancora la difficoltà a conciliare lavoro e allattamento senza sentirsi delle madri inadeguate.
L’incontro di oggi vuole affrontare alcuni argomenti che caratterizzano il periodo del puerperio di cui solitamente si parla di meno, ma non per questo meno sentiti e importanti e che spesso costituiscono motivo di preoccupazione e difficoltà per la puerpera e ai quali è opportuno che i professionisti diano sempre risposte semplici e chiare.

PROGRAMMA:

8:30 • Registrazione
8:50 • Apertura dei lavori – Patrizia Vergani – Adriana Valcamonico

Prima sessione
Moderatori: Patrizia Vergani – Sonia Zatti
L’organizzazione dei servizi nel ritorno a casa
09:00 • Linee di indirizzo regionali del Percorso Nascita – Edda Pellegrini – Nadia Rovelli
09:30 • La dimissione protetta, due esperienze a confronto:
– esperienza di Brescia – Nives Peli – Luigia Soldati
– esperienza di Como – Giulia Cocco – Eleonora Stampa
10:00 • Il ritorno a casa “senza il bambino” – Barbara Pucci – Viviana Venturini
10:30 • Il disagio psicologico: dallo screening all’assessment – Emanuela Beretta – Adriana Testa
11.00 • Discussione e domande – Emanuela Beretta – Giulia Cocco – Nives Peli – Edda Pellegrini – Barbara Pucci – Nadia Rovelli – Eleonora Stampa – Luisa Soldati – Viviana Venturini – Adriana Testa
11:15 • PAUSA

Seconda sessione
Moderatori: Aldo Riccardi – Alessandro Gambera
11:30 • Il perineal care in puerperio: prevenzione e trattamento dell’incontinenza urinaria – Silvia Zanelli
12:00 • Contraccezione e sessualità in puerperio – Silvia von Wunster
12:30 • L’allattamento e il ritorno al lavoro: come conciliarli? – Federica Leoni
13:00 • Discussione e domande – Federica Leoni – Silvia von Wunster – Silvia Zanelli
13:15 • Consegna e compilazione test finale e questionari obbligatori

EVENTO INSERITO NEL PIANO FORMATIVO 2019 DEL PROVIDER » EVENTO IN FASE DI ACCREDITAMENTO ECM IN AGENAS » DURATA 4 ORE » CREDITI ASSEGNATI 2,8 » NUMERO PARTECIPANTI 188

PER ISCRIZIONI www.psacf.it

PROFESSIONI QUALI L’EVENTO SI RIFERISCE: MEDICO CHIRURGO (GINECOLOGIA E OSTETRICIA), OSTETRICA/O E PSICOLOGO (PSICOLOGIA – PSICOTERAPIA)

Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro e non oltre il 31 MARZO 2019. Dopo il 31 MARZO 2019 sarà possibile, sia per i SOCI SLOG che per i NON SOCI SLOG, iscriversi all’evento direttamente in loco, previa disponibilità di posti.

Per percepire i crediti ECM è obbligatorio:
– compilare la scheda di iscrizione
– apporre firma di presenza in entrata e uscita
– compilare e superare il test finale,
– compilare i moduli obbligatori.

L’attestato di frequenza verrà consegnato a fine evento a chi ne farà richiesta.
L’attestato ECM verrà inviato per mail agli aventi diritto, dopo la chiusura della pratica ministeriale.

Scarica la locandina dell’evento qui

 

LA DIAGNOSTICA ALLERGOLOGICA DI BASE: COME FARE I PRICK TEST

10 APRILE 2019
Sala Meeting Hotel Ungheria Varese 1946, viale Borri 98, Varese

RESPONSABILE SCIENTIFICO: DOTT. ALBERTO MACCHI – VARESE
FACULTY: DOTT. ALBERTO MACCHI – VARESE
                    PROF. ALBERICO MOTOLESE – VARESE

Uno dei fondamenti diagnostici della patologia rinosinusale è quello di indagare e diagnosticare in maniera precisa l’eziopatogenesi della malattia. Per tale motivo oltre alle valutazioni anamnestiche, all’esame obiettivo endoscopico del paziente, l’escludere o confermare la presenza di una patogenesi allergica risulta essere fondamentale nel percorso diagnostico del paziente. La possibilità di poter eseguire un test allergologico di primo livello come il prick test rappresenta un passo fondamentale di questo percorso. Durante il corso approfondiremo i principi del processo allergico e le indicazioni ai test per la sua individuazione. Come, quando e perché fare i prick test, le indicazioni, le controindicazioni, le metodiche di esecuzione e le procedure di sicurezza saranno analizzati e sviluppati durante questo corso. La preparazione del paziente, l’informazione al paziente il tempo necessario di esecuzione e la modalità di esecuzione del test saranno i cardini principali della parte pratica. Effettueremo e faremo effettuare ai partecipanti i
prick test in modo tale di poter capire come farli e come non farli. E’ il primo corso organizzato dall’Accademia Italiana di Rinologia, dedicato ai propri Soci e non solo. Il corso è limitato ad un massimo di 15 Partecipanti. Al termine del corso vi sarà un esame finale pratico per valutare il superamento del corso e l’attribuzione dei crediti formativi nell’ambito del programma di educazione continua in medicina (ECM); oltre all’attestato rilasciato dall’Accademia che può essere utile per dimostrare l’acquisizione della capacità di eseguire i Prick Test. L’Accademia Italiana di Rinologia è stata inserita nell’elenco delle Società Scientifiche riconosciute presso il Ministero della Salute.

PROGRAMMA:

13.45 • Accoglienza e registrazione
14.00 • Principi e metodo di insegnamento per la diagnostica allergologica di base – PROF. A. MOTOLESE
14.30 • Allergia: principi diagnostici e metodologia diagnostica. La patologia allergica delle vie aeree – Dott. A. MACCHI
15.00 • I prick test: come, quando farli e perché? – Dott. A. MACCHI – PROF. A. MOTOLESE
15.30 • Prova pratica: come fare e come non fare i prick test – Dott. A. MACCHI – PROF. A. MOTOLESE
18.30 • FAQ sui prick test dalla teoria alla pratica – Dott. A. MACCHI – PROF. A. MOTOLESE
19.00 • Prova finale e compilazione questionari obbligatori
19.15 • Chiusura del corso e consegna attestati

CORSO PRATICO » EVENTO ECM n. 210-253461 » DURATA 5 ORE » CREDITI ASSEGNATI 5 » NUMERO PARTECIPANTI 15 » ACCREDITAMENTO ECM PER MEDICI CHIRURGHI SPECIALISTI IN OTORINOLARINGOIATRIA » QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 50,00 + IVA » GRATUITO PER N. 10 SOCI IAR IN REGOLA CON IL VERSAMENTO DELLE QUOTE ASSOCIATIVE » PER L’ORDINE DI ISCRIZIONE FARANNO FEDE LE PRIME 10 DOMANDE PERVENUTE » PER ISCRIZIONI www.psacf.it “CORSO PRICK TEST VARESE” » PER INFORMAZIONI corsipricktest2019@psacf.it

PER ISCRIZIONI www.psacf.it

PROFESSIONI QUALI L’EVENTO SI RIFERISCE MEDICI CHIRURGHI SPECIALISTI IN OTORINOLARINGOIATRIA

Scarica la locandina dell’evento qui

 

LE PATOLOGIE CUTANEE: IL RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE

16 MARZO 2019
SALA CONSILIARE DELL’ OSPEDALE DI CUGGIONO (MI)

RESPONSABILE SCIENTIFICO: DARIO EUGENIO LUIGI CANDIANI – AMC CUGGIONO
FACULTY: DARIO EUGENIO LUIGI CANDIANI – AMC CUGGIONO
                     EZIO CROCI – LEGNANO
                     ALBERICO MOTOLESE – VARESE

Questo corso si pone l’obiettivo di indirizzare il MMG nella gestione del paziente affetto da patologie dermatologiche, sempre più spesso riscontrate nella normale attività ambulatoriale, le Infezioni cutanee, la Psoriasi e la Cheratosi attinica, dal punto di vista diagnostico e terapeutico. Saranno suggerite delle indicazioni su quella che potrebbe essere la migliore gestione terapeutica del paziente, da intraprendere in modo autonomo dal MMG o tramite l’invio del paziente stesso presso Specialisti Dermatologi o presso Centri specialistici di riferimento, nel caso soprattutto della gestione del paziente affetto da psoriasi moderata-grave e da Cheratosi attinica.

PROGRAMMA:

08.30 – 09.15 • Registrazione Partecipanti
09.15 – 09.30 • Benvenuto e Introduzione ai lavori – Dott. D. Candiani
09.30 – 10.00 • Patologie infettive cutanee: diagnosi differenziale e gestione terapeutica del paziente – Dott. D. Candiani
10.00 – 10.30 • Dermatiti: diagnosi differenziale e gestione terapeutica del paziente; l’importanza del veicolo nel trattamento topico – Dott. D. Candiani
10.30 – 11.00 • Discussione sulle patologie infettive cutanee e sulle dermatiti – Dott. D. Candiani
11.00 – 11.30 • Psoriasi: patologia e clinica – Dott. A. Motolese
11.30 – 12.00 • Gestione terapeutica del paziente affetto da psoriasi lieve-moderata e psoriasi moderata-grave: ruolo del MMG e collaborazione con lo Specialista Dermatologo – Dott. A. Motolese
12.00 – 12.30 • Novità nel trattamento topico della psoriasi, fototerapia: dalla teoria alla pratica clinica – Dott. A. Motolese
12.30 – 13.00 • Discussione sulla psoriasi e sul trattamento – Dott. A. Motolese
13.00 – 14.00 • LUNCH
14.00 – 14.30 • Cheratosi attinica e progressione a SCC; il campo di cancerizzazione – Dott. E. Croci
14.30 – 15.00 • Gestione terapeutica del paziente affetto da Cheratosi attinica: opportunità terapeutiche quali il trattamento topico, la crioterapia e la chirurgia – Dott. E. Croci
15.30 – 16.00 • Il ruolo del MMG nella gestione delle reazioni cutanee indotte dai trattamenti Reazioni cutanee indotte dai farmaci topici, come comportarsi, il ruolo del MMG – Dott. E. Croci
16.00 – 16.30 • Esperienze di Real Life e discussione sul ruolo del MMG – Dott. E. Croci
16.30 – 16.45 • Chiusura e compilazione questionari ECM
18.00 • Compilazione questionari obbligatori

EVENTO ECM n. 210-249332 | CREDITI ASSEGNATI 6 | EVENTO ACCREDITATO PER 50 PARTECIPANTI MEDICI CHIRURGHI SPECIALISTI IN DERMATOLOGIA E VENEROLOGIA E MEDICINA GENERALE (MMG)|

PER ISCRIZIONI www.psacf.it

PROFESSIONI QUALI L’EVENTO SI RIFERISCE, MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA IN: DERMATOLOGIA E VENEROLOGIA

Scarica la locandina dell’evento qui

 

UNO PER TUTTI, TUTTI PER UNO

Un congresso dedicato alla gestione della sindrome della morte in culla (SIDS): le procedure per la prevenzione, le tecniche diagnostiche e il primo approccio al piccolo paziente sono fondamentali per prevenirla.

PROGRAMMA:

08.30 • Saluto Autorità

UNO PER TUTTI: Alla ricerca di una medicina di precisione
MODERATORI: M. Agosti – AM. Iadini
09.00 • Alla ricerca di una medicina traslazionale di precisione L. Nosetti – M. Nicoloso
09.20 • Succhietto e respirazione – L. Levrini
09.40 • Impatto del succhietto sui i parametri polisonnografici F. Riccaboni
09.50 • Anomalie delle vie aeree come causa di SIDS e di ALTE/BRUE V. Gentilino
10.10 • Alterazioni del respiro come sintomo di allarme – G. Paglietti
10.30 • Respiro periodico: questo sconosciuto – M. Vergani
10.40 • Discussione
10.50 • Pausa

UNO PER TUTTI: un unico filo conduttore
MODERATORI: C. Facco – P. Giuliani
11.10 • Novità dal Congresso Intern. ISPID-ISA Glasgow 2018 – C. Arzilli
11.30 • Modello organizzativo sulla gestione di casi di SIDS e di morti endouterine del feto in Regione Liguria – A. Palmieri
11.50 • Casi enigmatici – G. Bulfamante
12.10 • Revisione della casistica di SIDS Regione Toscana – M. Peruzzi
12.30 • “Sai come proteggerlo mentre dorme?” – A. Bonomi
12.50 • Discussione
13.00 • Pausa

TUTTI PER UNO: Multidisciplinarità come chiave di volta
MODERATORI: L. Brunetti – M. Zaffanello
14.00 • Lo screening Elettrocardiografico neonatale è utile nel ridurre il rischio SIDS? – A.Gerosa
14.20 • La Fibroscopia delle alte vie aeree è indicata solo in lattanti con respiro rumoroso? – F. De Bernardi
14.40 • La genetica ci può aiutare per identificare casi a rischio? F. Nonnis Marzano
15.00 • Reflusso Gastroesofageo: quanto spesso entra in causa? Quali scelte diagnostiche e terapeutiche è giusto fare? – S. Salvatore
15.20 • Discussione

TUTTI PER UNO: Informazione una carta vincente
MODERATORI: L. Masini, M. Ferri
15.40 • La prevenzione inizia prima del concepimento e durante la gravidanza? – A. Cromi
16.00 • Revisione di fattori di rischio gravidici – C. Todisco
16.10 • L’ambiente in cui si vive può diventare un fattore di rischio? A. Macchi
16.20 • Utilità della campagna informativa in Regione Sicilia – R. Pomo
16.40 • Discussione

TUTTI PER UNO: Dalle criticità attuali… ai programmi futuri
16.50 • TAVOLA ROTONDA
MODERATORI: G. Broggi – V. Covini
Partecipanti: Quello che il Pediatra di famiglia può fare – M. Caraffa
Il Pediatra al momento della dimissione che cosa può dire A.C. Niespolo
Il supporto psicologico alle famiglie – A. Cremante
La gravidanza un periodo giusto per informare – R. Tenconi
Le informazioni sul sonno sicuro in ospedale – E. Mazzeo
Come scegliere le parole giuste – L. Magnani
17.50 • Conclusione – L.Nosetti
18.00 • Compilazione questionari obbligatori

EVENTI ECM n. 210-246032 ED. 1 CREDITI ASSEGNATI: 8 | NUMERO MAX PARTECIPANTI: 70 |

PER ISCRIZIONI: www.psacf.it

PROFESSIONI QUALI L’EVENTO SI RIFERISCE: FARMACISTA | BIOLOGO | LOGOPEDISTA | PSICOLOGO | MEDICO CHIRURGO | ASS. SANITARIO | INFERMIERE PEDIATRICO | ODONTOIATRA | OSTETRICA/O | FISIOTERAPISTA | INFERMIERE | EDUCATORE PROFESSIONALE | TECNICO DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA | TERAPISTA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITà DELL’ETà EVOLUTIVA |

Scarica la locandina dell’evento qui.

 

LA MENOPAUSA OGGI – Tra vecchie ombre e nuovi orizzonti recenti principi terapeutici

SABATO 17 NOVEMBRE 2018

La menopausa si associa a profondi cambiamenti della salute della donna e della qualità di vita. La presa in carico e l’accompagnamento ai principali mutamenti metabolici e agli adattamenti che ne conseguono non può più prescindere dalla nostra pratica medica ambulatoriale. La menopausa rimane una transizione fisiologica ma può anche estendersi a quadri patologici come la menopausa precoce, chirurgica e non, che richiede un preciso inquadramento ed adeguata gestione terapeutica…

Scarica la brochure dell’evento cliccando qui.

STRESS DA CTG

SABATO 1 DICEMBRE 2018

La principale caratteristica di questa edizione degli eventi SLOG sul monitoraggio cardiotocografico fetale è lo sguardo rivolto soprattutto ai giovani specialisti e alle ostetriche che avvertono il fascino, ma anche la difficoltà, del controllo ottimale delle condizioni di benessere fetale in travaglio. Attualmente, il monitoraggio CTG è la metodica maggiormente utilizzata nei Paesi più sviluppati del mondo, in particolare nelle gravidanze a rischio, ma le informazioni che deduciamo dalla lettura del tracciato, spesso, sono fonte di stress per l’equipe che deve prendere decisioni gestionali…

Scarica la brochure dell’evento cliccando qui.

La cura che non fa paura

Venerdì 9 novembre 2018 – Varese, Via Brambilla 15, Centro Congressi De Filippi

Scarica la brochure dell’evento cliccando qui.

La gravidanza dopo procreazione assistita

Sabato 13 ottobre 2018 – Varese

Scarica la brochure dell’evento cliccando qui.